BAGNO SENZA CONFINI - FIERA AMBIENTE FRANCOFORTE

L’obiettivo del progetto era l’armonizzazione, all’interno di un unico contenitore , delle diverse iniziative che la mostra del Bagno senza confini ospitava. Lo spazio destinato all’allestimento si configurava come un crocevia, il luogo di collegamento di tre padiglioni fieristici, ed era scandito da una sequenza modulare di pilastri che accentuavano il rigore e la dispersione degli ambienti. L’assenza di punti di riferimento forti ha fatto sì che il progetto si concentrasse sulla creazione di un fulcro, realizzato come una parete curvilinea, collocata al centro dello spazio, e pensata come una sorta di membrana che scandisse la fissità di fruizione e creasse un’osmosi dei flussi di passaggio. I colori scelti per le due facce della parete sottolineavano le diverse funzioni : all’esterno il grigio supportava la mostra fotografica realizzata per Teuco da Patrizia Savarese, all’interno il rosso serviva da fondale all’esposizione di oggetti e complementi di arredobagno di alcune aziende espositrici. In posizione centrale, sempre protagonista della mostra, era sospeso il grande pesce dell’artista Gesine Arps, installazione mutante che in questa occasione era vestito di arance e limoni, come affermazione dell’Italia all’estero. Gli spazi circostanti hanno accolto i tre bagni testimonial, realizzati dai designer Toshiyuki Kita, Franco Poli,e Studio Rkdo, con una disposizione diagonale che contribuiva a dinamizzare lo spazio progettato mediante differenze visuali prospettiche; una collocazione più intima era riservata al concorso “ bagno son desto” che presentava i sei progetti vincitori.

Incarico svolto Progetto, coordinamento e allestimento Stand fieristico di BagnoSenzaConfini

Anno Febbraio 2002

Luogo Francoforte

Committente Gruppo Quid- Fiera di Francoforte

Aziende coinvolte Industrie Pica, IGuzzini, Teuco, Matteo Grassi, Moab 80, Urbinati, Italcomma, Tri Trap, Saniscan

Pubblicazioni Progetti - progettare la centralitá

-->